Metodologia ASI

Metodologia ASI

Attenzione a tempi e costi, implementazione sostenibile, risultati verificabili: questo significa scegliere la metodologia ASI.

La nostra filosofia(*) non si limita alla fornitura di strumenti e metodi innovativi per la gestione aziendale, ma ha l’ambizione di fondare una cultura dell’evoluzione che coinvolga l’intero ecosistema impresa e di armonizzare tutti gli ambiti coinvolti nella complessità di un progetto di evoluzione organizzativa, dalle Risorse Umane al parco tecnologico, dai flussi operativi agli strumenti informatici, fino alla logistica. Non solo tecnologia: sono le competenze e le esperienze delle persone che fanno del nostro metodo una leva per il successo. Affianchiamo un Consulente in ogni settore d’impresa in cui interveniamo, per studiare e conoscerne a fondo le dinamiche, i punti di forza, i processi, ma soprattutto i talenti umani che lo guidano, lo alimentano con testa e cuore. Un sistema non invasivo basato su una continua condivisione con il cliente e che prevede il coinvolgimento delle risorse umane nel pieno rispetto delle specifiche dinamiche aziendali e dei processi di produzione del valore. Le fasi della metodologia ASI assicurano che la pianificazione del progetto vada di pari passo con l’organizzazione e la formazione. In questo modo aiutiamo le imprese a raggiungere una qualità che non appartiene alle macchine, ma alle persone.

Fase 1

Il nostro lavoro inizia ascoltando.

Le premesse per la buona riuscita di un progetto nascono fin dai primi contatti con i nostri futuri Clienti: in questa fase vogliamo conoscere la realtà con cui collaboreremo e comprendere gli obiettivi del Cliente, le sue priorità e gli orizzonti di crescita, l’organizzazione e le peculiarità del business, perché ciascuna Azienda rappresenta un unicum nell’universo della creazione del valore. Indipendentemente dalla possibile modalità di attuazione dell’intervento, sia esso basato su un sistema plain® ERP o su un modulo integrativo della suite plain® o su un servizio plain® erogato in modalità ASP/Cloud, cerchiamo di raccogliere qualsiasi informazione sull’Azienda possa risultare preziosa ai fini dell’analisi e della costruzione di uno scenario di arrivo dell’intero progetto, dalla composizione dei ruoli e delle mansioni alla struttura delle diverse Funzioni e le attività che le caratterizzano.

Fase 2

Analizziamo.

La fase operativa inizia con un auditing preliminare che coinvolge diversi ambiti di analisi: Risorse Umane, strumenti, infrastruttura, prodotti e servizi, materiali movimentati. Tracciamo i processi operativi, i flussi delle informazioni; mappiamo le attività come effettivamente sono realizzate e le criticità collegate. Insomma, fotografiamo la situazione “as-is”, e proponiamo uno scenario risolutivo “to-be” che miri direttamente agli obiettivi concordati, senza tralasciare le opportunità di miglioramento. Tutto questo lavoro trova la sua concretizzazione in un documento di relazione, da condividere con la Direzione, che costituisce la base per definire con l’Azienda e in modo dettagliato il piano di lavoro per la realizzazione del progetto.

Fase 3

Dall’analisi al piano di lavoro.

Pianificare le attività è il metodo con cui interveniamo, e i nostri piani di lavoro sono costruiti prevedendo tempi di realizzazione realistici e sostenibili e sempre seguendo alcune precise regole mirate all’ottimizzazione e misurazione del risultato. Identifichiamo con la Direzione il Responsabile di progetto interno all’Azienda, interlocutore principale dei Consulente ASI; nel rispetto degli elementi distintivi dell’Organizzazione, la riorganizzazione dei flussi di lavoro è studiata assieme all’Azienda secondo logiche che ricalcano il più possibile standard consolidati, mentre le richieste di nuove funzionalità sono valutate in relazione al valore reale che possono produrre; coinvolgiamo le persone nel cambiamento in modo consapevole, evidenziando i vantaggi operativi individuali e aziendali.

Neppure la documentazione è lasciata al caso: i Piani di lavoro identificano le fasi, gli obiettivi associati, attività, tempi di realizzazione e punti di controllo; i Documenti di progetto rappresentano un vero e proprio “Diario di bordo” nel quale sono registrati i principali eventi, le scelte determinanti, lo stato di avanzamento delle attività; i Documenti di analisi tecnico funzionale e le documentazioni di supporto costituiscono una base di informazioni preziosa su realizzazioni, software, impostazioni delle apparecchiature e servizi erogati.

Fase 4

Avvio e formazione.

Non lasciamo mai solo il Cliente. Avviare il nuovo sistema significa formazione, collaudo e integrazione. Organizziamo sessioni formative personali con i singoli utenti sull’utilizzo del prodotto. Un approccio basato sul “learning by doing”, dove l’apprendimento avviene tramite dati reali dell’Azienda, e durante il quale testiamo l’apprendimento delle funzionalità. Implementato e avviato il sistema, possiamo stilare guide operative specifiche e personalizzate, documentazione fondamentale in cui fissiamo le fasi e i dettagli del funzionamento del prodotto in Azienda.

Fase 5

Nuovi obiettivi, passo dopo passo.

Il nostro lavoro supera i confini del progetto iniziale e non si esaurisce al raggiungimento degli obiettivi stabiliti. I risultati ottenuti sono il punto di partenza per individuare insieme ai nostri Clienti nuovi orizzonti di crescita e sviluppo, in linea con i ritmi naturali e sostenibili di un buon funzionamento dell’Azienda. La metodologia ASI, così come la nostra tecnologia, non è funzionale solo al singolo progetto, ma si adatta a tutte le sfide che si pongono sul cammino dei nostri Clienti.

(*) La metodologia ASI è proposta ad ogni Azienda, in quanto ritenuta da ASI alla base di una corretta impostazione di ogni progetto. La sua adozione rientra ovviamente nelle facoltà decisionali dell’Azienda Cliente nell’ambito del rapporto professionale con ASI.